Autonomie locali: Roberti, positivo ok del Cal su ddl multisettoriale

2' di lettura 23/03/2021 - "Siamo soddisfatti per l'approvazione del ddl multisettoriale da parte del Consiglio delle Autonomie locali. Si tratta di un articolato corposo che modifica alcuni funzionamenti dell'Amministrazione e propone degli aggiornamenti normativi che ci permetteranno di modulare in modo più efficace gli strumenti di contrasto alla pandemia".

Lo ha affermato l'assessore alle Autonomie locali, Pierpaolo Roberti, nel corso della riunione del Consiglio delle Autonomie locali (Cal) chiamato a esprimere il proprio parere sul disegno di legge regionale multisettoriale 2021.

Un provvedimento che prevede una serie di disposizioni in materia di finanze, risorse agroalimentari e forestali, biodiversità, funghi, gestione venatoria, pesca sportiva, attività produttive, turismo, autonomie locali, sicurezza, corregionali all'estero, funzione pubblica, lavoro, formazione, istruzione, famiglia, patrimonio, demanio, sistemi informativi, infrastrutture, territorio, viabilità, ambiente, energia, sport e protezione civile.

Al centro della seduta anche la riduzione del numero delle firme necessarie per la presentazione di una lista alle prossime elezioni amministrative. "Pochi giorni fa - ha spiegato Roberti - il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto-legge che introduce disposizioni urgenti per il differimento delle consultazioni elettorali nel 2021. Il provvedimento, limitatamente alle elezioni comunali e circoscrizionali, prevede la riduzione a un terzo del numero minimo di sottoscrizioni richieste per la presentazione delle liste e candidature".

"Alla base di queste decisioni ci sono le evidenze di carattere scientifico dettate dalla diffusione del Covid-19. Nel nostro ddl multisettoriale - ha precisato l'assessore - non abbiano fatto altro che recepire - senza discutere - le misure adottate a livello nazionale".

"Di fronte all'emergenza sanitaria che stiamo ancora affrontando, in Friuli Venezia Giulia non possiamo certo prenderci la responsabilità - ha concluso Roberti - di raccogliere le firme come se ci trovassimo in una condizione di normalità".

Nel corso della seduta, alla quale ha partecipato l'assessore alle Infrastrutture e territorio Graziano Pizzimenti, sono state affrontate anche le nuove tempistiche per la presentazione della relazione di fine mandato da parte dei sindaci, la modifica della legge regionale 12 del 2016 sull'ampliamento delle aree di cava di pietra ornamentale e quella alla norma 9 del 2011 volta alla semplificazione del contenuto del Programma triennale per l'informatica nel Friuli Venezia Giulia.

Nella parte finale della riunione sono stati trattati alcuni aspetti dell'articolato di carattere urbanistico ed edilizio.


da Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-03-2021 alle 10:08 sul giornale del 24 marzo 2021 - 120 letture

In questo articolo si parla di attualità, friuli venezia giulia, friuli, comunicato stampa, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bTXA