SEI IN > VIVERE PORDENONE > CRONACA
articolo

Porcia: cittadino albanese espulso rientra in Italia prima del termine stabilito. Colto alla guida senza patente e con la cocaina. Arrestato

3' di lettura
168

Nella mattinata di domenica 8 maggio, personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico “Squadra Volante”, in località Palse, nel comune di Porcia (PN), nell’ambito degli ordinari servizi di controllo del territorio, procedeva di iniziativa al controllo di un’automobile che stava procedendo con andatura incerta, e dei suoi occupanti, un uomo di origini albanesi e due giovani italiane, i quali risultavano sprovvisti dei documenti di identità.

Il conducente,

all’atto del controllo forniva agli operanti un cognome diverso da quello proprio, riferendo di aver dimenticato la patente di guida a casa. Accompagnati in Questura venivano fotosegnalati e compiutamente identificati per H.M., nato in Albania, conducente del veicolo, pregiudicato, C.N., nata in provincia di Venezia ed ivi residente, pregiudicata, e B.N., nata in provincia di Treviso e residente in Provincia di Pordenone, pregiudicata.

All’esito del fotosegnalamento emergeva la reale identità dello straniero e si appurava che egli non aveva mai conseguito il titolo di guida.

Inoltre gli Agenti accertavano che a suo carico vi era un provvedimento di espulsione come misura alternativa alla detenzione emesso dall’Ufficio di Sorveglianza di Trieste della durata di anni dieci, che aveva come termine finale il mese di giugno del 2024, termine entro il quale lo straniero non avrebbe potuto, senza la prevista autorizzazione, fare rientro nel territorio nazionale, come previsto dagli artt. 13, comma 13-bis e 16, comma 5 del D.Lgs. nr. 286/’98 (Testo Unico Immigrazione), pena l’arresto obbligatorio in flagranza ed il ripristino dello stato di detenzione per l’esecuzione del residuo di pena che lo stesso doveva ancora espiare, come disposto dal provvedimento nr. 274/2016 siep della Procura di Pordenone del 22.01.2018.

In questi uffici lo straniero, a specifica domanda, consegnava spontaneamente un involucro contenente polvere bianca per un peso di gr. 0,90 netti, che sottoposta a narcotest dal Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica risultava essere cocaina. Gli operanti, alla luce anche dei precedenti specifici dell’uomo, decidevano di approfondire l’accertamento, effettuando insieme a personale della locale Squadra Mobile una perquisizione domiciliare dell’abitazione ove lo straniero era ospitato, sita nel comune di Fontanafredda (PN), con esito negativo. Anche la C.N. consegnava uno spinello del peso di gr. 0,20, che sottoposto a narcotest dal Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica risultava essere marijuana.

Pertanto gli Agenti procedevano all’arresto in flagranza ex art. 13, co. 13-bis e 16, co. 5 t.u. immigrazione dello straniero, nonché alla contestazione nei suoi confronti degli illeciti amministrativi di cui agli artt. 75 t.u.stupefacenti per il possesso per uso personale della cocaina, con segnalazione alla Prefettura di Pordenone e 116, co. 15 e 16 del Codice della Strada, per la guida senza patente.

Anche la C.N. veniva segnalata art. 75 t.u.stupefacenti alla Prefettura, per il possesso dello spinello di marijuana.

Gli Agenti accertavano inoltre che l’autovettura in uso all’arrestato durante il controllo, risultava essere in carico con contratto di noleggio a lungo termine a B.H., quarantenne pordenonese residente in provincia, il quale contattato telefonicamente, si recava in Questura ove veniva contravvenzionato ai sensi dell’art. 116, comma 7 del Codice della Strada per l’incauto affidamento del mezzo a persona priva del titolo di guida.

Dell’arresto gli operanti davano tempestiva comunicazione al Pubblico Ministero di Turno dott.ssa Maria Grazia Zaina.

Al termine delle incombenze di rito, l’arrestato veniva associato alla Casa Circondariale di Udine, a disposizione della procedente Autorità Giudiziaria.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook e Telegram di Vivere Pordenone .
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @viverepordenone o Clicca QUI.


Questo è un articolo pubblicato il 10-05-2022 alle 18:53 sul giornale del 11 maggio 2022 - 168 letture