SEI IN > VIVERE PORDENONE > CRONACA
articolo

Chiedono il codice fiscale solo per accedere al reddito di cittadinanza. Denunciati tre stranieri per aver percepito illecitamente oltre 25.000 euro

1' di lettura
10

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Pordenone hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria tre cittadini romeni, responsabili di aver falsamente dichiarato di risiedere in Italia, da oltre 10 anni, per percepire il reddito di cittadinanza, erogatogli dall’INPS, da marzo 2021 ad agosto 2022, per complessivi 25.700 euro.

Il focus sui tre stranieri è scaturito da una segnalazione pervenuta alle Fiamme Gialle dall’INPS che, nel corso di una mirata analisi di rischio, ha individuato alcune anomale posizioni, per le quali, oltre alle residenze, non erano ravvisabili altre informazioni, né di carattere tributario né di stato civile.

Incrociando le risultanze delle tante banche dati a disposizione con gli esiti delle mirate attività sul campo, i Finanzieri della Tenenza di San Vito al Tagliamento hanno, quindi, scoperto che i tre romeni avevano personalmente chiesto, ed ottenuto, il codice fiscale attestando all’Agenzia delle Entrate di essere fiscalmente domiciliati in Italia ad un indirizzo che, nell’autocertificazione presentata per l’accesso al RDC, è, d’un tratto, divenuto il luogo della “residenza ultradecennale”.

Uno dei requisiti necessari per ottenere il “reddito di cittadinanza” è, infatti, essere residenti nel territorio dello Stato da almeno 10 anni, di cui gli ultimi due – dalla presentazione della domanda e per tutta la durata dell’erogazione del beneficio – in modo continuativo.

Dichiarando falsamente di soddisfare questo requisito, i tre romeni hanno percepito il RDC per complessivi 25.700 euro. L’illecito è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria del Friuli Occidentale e, per il recupero delle somme erogate, all’I.N.P.S..

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook e Telegram di Vivere Pordenone .
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @viverepordenone o Clicca QUI.


Questo è un articolo pubblicato il 15-09-2023 alle 09:43 sul giornale del 16 settembre 2023 - 10 letture






qrcode