SEI IN > VIVERE PORDENONE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Manutenzione e recupero del velodromo Bottecchia

3' di lettura
8

È stato approvato dell’Amministrazione comunale il progetto definitivo esecutivo che andrà ad effettuare lavori di manutenzione e recupero del velodromo Ottavio Bottecchia. Si tratta di uno degli impianti sportivi più antichi d’Italia, inaugurato nel 1926, che narra le gesta di grandi gare ciclistiche su pista, e che tutt’oggi è considerato tra i più importanti velodromi scoperti del mondo.

Con la sua pista in cemento lunga 400 m, ospita annualmente varie manifestazioni e competizioni di rilievo nazionale e internazionale, viene utilizzato da società ciclistiche e da altri sodalizi sportivi che ne sfruttano il campo centrale. Accanto a questa struttura esiste un vecchio edificio e tutta una serie di pertinenze che hanno un indispensabile bisogno di riqualificazione.

«Abbiamo intercettato un finanziamento di 2 milioni e mezzo di euro – spiega il sindaco Alessandro Ciriani –. Di questi, un milione e mezzo sarà utilizzato per realizzare una palestrina al servizio del quartiere di Rorai al fine di organizzare le attività destinate agli abitanti e ai giovani di Largo Cervignano, mentre l’altro milione servirà per dare nuova vita all’impianto sportivo. Saranno riqualificati gli impianti, la casetta, la pista, le vie di sicurezza, l'illuminazione. Tutto ciò per garantire una migliore fruibilità e sicurezza dell’impianto».

I lavori, finanziati con fondi PNRR, riguardano principalmente la riqualificazione energetica del fabbricato che ospita gli spogliatoi dell’impianto sportivo. Qui saranno realizzati un cappotto, dei moderni sistemi di isolamento sui serramenti e l’impianto fotovoltaico, verrà installata una pensilina nell’ingresso spogliatoi, impermeabilizzata la copertura e realizzato un box destinato al deposito attrezzi. All’interno saranno rifatti i bagni, la lavanderia e la cucina, corredati di un nuovo impianto idraulico e di nuovi scarichi. Sarà infine sostituita l’intera pavimentazione e si procederà alla tinteggiatura. La tribuna coperta presenta attualmente delle gradonate usurate e con diverse fessurazioni, mentre le grondaie non riescono a far defluire bene le acque meteoriche, creando notevoli disagi al pubblico. Per questo si intende sostituire le grondaie esistenti e sigillare le crepe dei gradoni e delle pavimentazioni. Nei locali posti sotto alle gradonate della tribuna verranno sostituite le porte interne e si installeranno serrande motorizzate per il bar. Infine si procederà alla pulizia dei condotti di ventilazione dei bagni, alla sostituzione dei lavabi e all’installazione di un boiler nel bagno delle donne. Il progetto prevede anche il rifacimento di caditoie, pozzetti e canaline di scolo lungo il bordo della pista, al fine di raccogliere l’acqua piovana. Importante anche la riqualificazione delle parti comuni per garantire la massima fruibilità da parte di mezzi e utenti. Verranno eliminati i cordoli di alcune aiuole che attualmente non permettono ai manutentori di accedere con le attrezzature all’area dedicata alla pista di atletica e sarà posata una nuova pavimentazione, anche nel corridoio degli spogliatoi. Si procederà al ripristino di recinzioni e cancellate sulle aree verdi esterne, creando un nuovo varco nella parte nord-ovest per consentire il passaggio dei mezzi incaricati dei lavori di giardinaggio. Sarà posata una nuova rete elettrica interrata che incrementerà la potenza dell’impianto del velodromo. L’opera verrà realizzata nel completo rispetto delle strutture originarie.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-02-2024 alle 12:55 sul giornale del 02 febbraio 2024 - 8 letture






qrcode