SEI IN > VIVERE PORDENONE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Prorogata fino al 9 giugno la mostra dedicata a Mario Sironi

2' di lettura
28

Vista la grande affluenza di pubblico e la richiesta crescente, la Giunta comunale ha deciso di prorogare la mostra antologica “Mario Sironi. Adoro il bello che mi offre l’arte e la natura”, dedicata all’artista italiano Mario Sironi (1885-1961), uno dei maestri del Novecento che innovarono il panorama delle arti figurative nel nostro Paese, facendo poi scuola a livello internazionale.

Inizialmente calendarizzata fino al 26 maggio, l’esposizione al Museo civico d’arte verrà prorogata fino al 9 giugno e saranno organizzate due visite guidate (domenica 2 e 9 giugno) in aggiunta a quella di domenica 26 maggio alle ore 15:30, occasioni molto interessanti e utili per comprendere la poliedricità dell’artista, le scelte e il percorso dell’esposizione. Altre visite guidate potranno essere svolte per gruppi su richiesta. L'ingresso alla mostra è gratuito e sono gratuite anche le visite guidate.

Mario Sironi, grande maestro dell’arte moderna e contemporanea italiana, pittore, scultore, architetto, illustratore, scenografo e grafico degli anni Trenta, teorizzò e praticò il ritorno alla pittura murale. Abbandonati gli studi universitari di ingegneria per dedicarsi alla pittura, aderì al movimento futurista. Dopo la guerra, a cui partecipò come volontario, nel 1922 a Milano diede il via con alcuni altri artisti al movimento “novecentista”. Nel contempo collaborò al Popolo d’Italia come disegnatore e critico d’arte e fu anche membro del direttorio della Triennale di Milano. La sua pittura, tesa alla rivalutazione dei valori plastici distrutti dall’impressionismo, è fatta di chiaroscuro, volumi e concisione grafica, e si risolve nell’idoleggiamento di una vita eroica e primitiva. La mostra a palazzo Ricchieri si articola in un percorso che parte dalla sua prima opera realizzata a soli 15 anni, continuando poi con i lavori d’età matura, passando attraverso la satira politica e la pubblicità per grandi marchi italiani, per finire con gli anni della solitudine e le opere monumentali dedicate alla decorazione in senso generale. Tra le opere esposte: “La Giustizia e la legge” del 1935-1937, “Ritratto di Uomo Anni ‘50”, “Figure Femminili 1948”, “Composizione Grigio-Azzurra fine anni ‘40”, e il progetto per la pubblicità della Fiat 500 del 1936 circa.

La mostra su Sironi è visitabile a ingresso libero con i seguenti orari: venerdì 15-19, sabato e domenica 10-13. Per informazioni: comune.pordenone.it/sironi24



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-05-2024 alle 16:31 sul giornale del 24 maggio 2024 - 28 letture






qrcode